DECRETO CURA ITALIA

giovedì 26 marzo 2020


Gentilissimi ,

comunichiamo informazioni  relative  al  D.L. del 17 marzo 2020 n. 181 “Cura Italia”.

Può essere utile a diversi soci.

In particolare, segnaliamo  l’art 26, al punto 2 che stabilisce che il periodo di assenza dal lavoro sia delle persone affette da tumore, sia dei lavoratori con handicap, assenza prescritta dalle competenti autorità sanitarie, sarà equiparata a ricovero ospedaliero. Fino al 30 aprile.

Molti bronchiettasici sono anche immunodepressi con certificazione di handicap di cui alla Legge 104.

Buona salute a tutti.

  

Art. 26

 

(Misure urgenti per la tutela del periodo di sorveglianza attiva  dei

                   lavoratori del settore privato)

 

  1.Il periodo trascorso in quarantena con sorveglianza attiva  o  in

permanenza domiciliare fiduciaria  con  sorveglianza  attiva  di  cui

all'articolo 1, comma  2,  lettere  h)  e  i)  del  decreto-legge  23

febbraio  2020,  n.  6,  dai  lavoratori  del  settore  privato,   e'

equiparato a malattia ai  fini  del  trattamento  economico  previsto

dalla normativa di riferimento e  non  e'  computabile  ai  fini  del

periodo di comporto.

  2. Fino al 30 aprile ai lavoratori dipendenti pubblici e privati in

possesso  del  riconoscimento  di  disabilita'  con  connotazione  di

gravita' ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della  legge  5  febbraio

1992, n. 104, nonche' ai lavoratori  in  possesso  di  certificazione

rilasciata  dai  competenti  organi  medico  legali,  attestante  una

condizione di rischio derivante da immunodepressione o  da  esiti  da

patologie  oncologiche  o  dallo  svolgimento  di  relative   terapie

salvavita, ai sensi dell'articolo 3, comma 1, della medesima legge n.

104 del 1992, il periodo di assenza  dal  servizio  prescritto  dalle

competenti autorita' sanitarie, e' equiparato al ricovero ospedaliero

di cui all'articolo 19, comma 1, del decreto legge 2 marzo  2020,  n.

9.